XXXVII Certamen Ciceronianum Arpinas

Indirizzo:

Via Aquila Romana, 2 Arpino (Fr) - Italy

Informazioni:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Telefono:

+39 0776.852101

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per rimanere informato su tutte le novità del Certamen Ciceronianum Arpinas
Invieremo delle newsletter periodiche tenendovi informati su tutte le novità sulla manifestazione.

Il Liceo Tulliano

Liceo Tulliano Arpino

 

Stemma del Liceo Tullinao Il Liceo Tulliano deve il suo nome a Marco Tullio Cicerone. Le sue origini più lontane si possono far risalire alle istituzioni educative che fiorirono ad Arpino nella prima metà del seicento, grazie alla generosità di alcuni cittadini che, con testamenti e donazioni, lasciarono i loro beni per lo sviluppo della pubblica amministrazione.
 
Desiderio Merolle, nel 1626, fu il fondatore di quel "Collegio dei SS. Carlo e Filippo" che, attraverso varie vicende si trasformerà nelle due istituzioni del Liceo Tulliano e del Convitto Nazionale Tulliano. Nella seconda metà del settecento il Collegio ricevette un nuovo impulso ad opera dei Buoncompagni, duchi di Sora e signori di Arpino.
 
Essi esortarono i Padri Barnabiti ad aprire regolari scuole pubbliche e per questo provvidero ad ampliare l'istituto con l'acquisto di nuovi locali. La loro inaugurazione, in forma solenne, avvenne nel novembre del 1765. Agli insegnamenti di filosofia, teologia, grammatica e retorica, precedentemente impartiti, furono aggiunti quelli di eloquenza, lettere classiche e matematica.
 
Nel 1780 il Collegio arpinate passò sotto la diretta protezione del Re di Napoli. Questa protezione non venne meno neppure durante il periodo napoleonico del Regno di Napoli, anzi, il 2 giugno 1914, Gioacchino Murat, Re delle Due Sicilie.
 
Il Liceo Tullino emanò un decreto con cui l'ex collegio di San Carlo, passato allo stato nel giugno dell'anno precedente, risorgeva con il nuovo titolo di "Collegio Tulliano", come "collegio con convitto" per l'insegnamento delle lettere e delle scienze.
 
Foto d' epocaIl decreto aggiungeva poi agli insegnamenti previsti dal regolamento dei licei e collegi quelli di eloquenza latina e italiana e di chimica applicata alle arti, "considerando che la memoria del più grande oratore latino debba essere conservata in quel luogo ove ebbe i suoi natali" e che "le manifatture di Arpino meritano di essere migliorate sotto l'influenza delle scienze".
 
Ritornati i Borboni sul trono del Regno di Napoli, la direzione del Tulliano, passò nel 1819, dai Padri Barnabiti a rappresentanti del clero cittadino. Negli ultimi anni del regno borbonico il "real collegio Tulliano di Arpino" fu però affidato ai Gesuiti. Il trasferimento del Tulliano alla nuova sede (che è poi l'attuale) avvenne con grande solennità il 15 maggio 1820.
 
L'avvento del nuovo governo, dopo l'unità d'Italia, non fu propizio per l'istituzione arpinate. Il Tulliano fu abbandonato al sostegno della provincia e del comune. Soltanto nel 1877 il ministero si decise a dichiarare governativo il liceo ginnasio. Da questo momento il liceo Tulliano, distinto dal convitto nazionale, cominciò a vivere di vita propria anche se l'ubicazione nello stesso edificio perpetua una convivenza per così dire storica.
 
Nel periodo del primo conflitto mondiale il Tulliano si distinse nell'assistenza civile e nel sostegno alle iniziative della Croce Rossa. Negli anni della seconda guerra mondiale fu requisito dalle truppe di occupazione. Le apparecchiature dei laboratori di chimica e fisica vennero fortunosamente messe in salvo e l'attività didattica si svolse in condizioni d'emergenza.  Il 6 novembre 1944 il liceo tornò nella sua sede riprendendo la normale attività didattica.
 
 

XXXVII Certamen Ciceronianum Arpinas

XXXVII Certamen Ciceronianum Arpinas

Il Certamen Su Facebook

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per rimanere informato su tutte le novità del Certamen Ciceronianum Arpinas
Invieremo delle newsletter periodiche tenendovi informati su tutte le novità sulla manifestazione.